sole caldo estivo

Caldo estivo: Migliori modi per non soffrirlo

Il caldo estivo

” Il vento caldo dell’ estate mi sta portando via” ricordate questa splendida canzone di Alice? Rappresenta la stagione estiva al meglio, un mix tra calore del sole e il vento che soffia dal sud. Purtroppo le alte temperature non sono sempre fonte di gioia, anzi, talora sono così insopportabili da recare tanta sofferenza di giorno ma anche di notte.

Ci si sente stanchi, privi di energia, spossati, incapaci di svolgere anche la minima attività, in quanto, il caldo torrido, rispetto alle temperature gelide, non si riesce a gestire. A casa, in ufficio, per strada, nonostante si attendi la bella stagione con tanta ansia se il tasso di umidità è troppo elevato, è solo una grande tortura. Cosa fare? Ci sono dei consigli utili che ci permettano di vivere al meglio l’estate, evitando di soffrire? Ebbene si.

Consigli per non soffrire in casa

La casa è sicuramente il luogo dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, appare d’uopo quindi che sia proprio il nostro habitat a dover usufruire delle maggiori agevolazioni. Adottare dei modi pratici che ci impediscano di patire le alte temperature. Il primo sistema da preferire è quello di lasciare le tapparelle abbassate in modo da non far filtrare la luce del sole e impedire che la temperatura interna aumenti. Solo la sera si consiglia di sollevarle e aprire le finestre.

Circolerà più corrente fresca sino al momento in cui non si va a dormire. Un altro valido consiglio è quello di effettuare più docce tiepide durante la giornata per abbassare la temperatura corporea. Il quesito che spesso ci poniamo prima dell’arrivo della bella stagione è: Devo installare un climatizzatore o accontentarmi di un ventilatore?

Una soluzione ideale è l’acquisto di un condizionatore portatile piccolo ed ecologico come Artic Cube, consuma poco ed ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Una minima spesa per avere una fantastica resa. Lo si può visionare nel sito ufficiale italiano Articaircube.pro.

Consigli per l’esterno

Da sempre con l’arrivo dell’estate la raccomandazione principale è una: non uscire di casa nelle ore più calde e preferire, invece, quelle della sera. Nel caso si fosse costretti ad uscire, l’ideale è indossare capi leggeri in cotone o lino in tinte chiare e coprire la testa con un bel cappello di paglia. Non sudare e consentire alla pelle di respirare, è questo l’obbiettivo.

Una bottiglietta d’acqua da portare con sè è anche molto utile. Quando si esce in macchina, è fondamentale, cercare di abbassare la temperatura, soprattutto qualora fosse stata lasciata in una zona troppo assolata, accendere il motore e avviare il climatizzatore ad una temperatura non eccessivamente più bassa rispetto a quella esterna. Attenzione a non lasciare mai il vostro amico a 4 zampe in auto anche solo per pochi minuti perché la sofferenza sarebbe tale da crearli dei malesseri a volte fatali.

Consigli per il posto di lavoro

Anche per l’ufficio, valgono le stesse regole di quando si è in casa; bagnarsi spesso è fondamentale, soprattutto tempie e polsi, qualora si è arrivati già accalorati, e nella pausa pranza, è preferibile sollevare le gambe se si dovessero avere i piedi gonfi. Ne beneficerà la circolazione sanguigna e giova anche al vostro benessere.

Lo spuntino nel luogo di lavoro è meglio sia leggero, evitando cibi grassi e di lunga digestione, meglio frutta verdura fresca o un bel frullato. Consiglio molto utile è quello di spegnere tutti i dispositivi che non vengono utilizzati perché sono solo generatori di calore inutile.

Andare a lavorare con capi in fibre naturali e molto chiari e magari adottate anche il famoso sistema a strati, in quanto, vista la diffusione dei condizionatori in tutti gli ambienti lavorativi, il passaggio da temperature più alte a quelle meno, può provocare disturbi e malesseri fastidiosi. Una giacca leggera sempre a portata di mano è il top.

Bere tanto è sempre una prerogativa, ma in estate è ancora più necessario per equilibrare l’apporto dei liquidi persi a causa del sudore, con quelli acquisiti. Acqua e bevande non gassate e poco dolci come le tante attualmente in commercio.

L’alimentazione giusta per non soffrire il caldo

Un ruolo fondamentale è ricoperto dal cibo che assumiamo quando fa troppo caldo. Se il pericolo della disidratazione è sopperito dall’acqua che beviamo, è preferibile orientarsi verso un’alimentazione leggera e fresca come riso, patate e pasta. I pasti mai come in estate, devono attenersi rigorosamente alla regola del cinque al giorno: colazione, spuntino a metà giornata, pranzo, merenda durante il pomeriggio e cena.

L’ideale è mangiare almeno tre volte alla settimana il pesce, preferibilmente quello azzurro e optare per la carne bianca invece che quella rossa. L’estate offre una grande varietà di verdura ricca di fibre e sali minerali che contribuiscono a fornire l’idratazione giusta al nostro corpo; quali zucchine, cetrioli, lattuga, peperoni, pomodori, sedano e radicchio che sono ottimi da gustare crudi, in pinzimonio o sotto forma di insalata.

Anche la frutta in estate raggiunge il massimo dello splendore, gustosa, colorata e di tante varietà; la più indicata è il melone che rinfresca tanto e l’ albicocca, che come la carota contiene il carotene e quindi adatta a favorire l’abbronzatura. La colazione ideale è quella a base di spremuta, latte e cereali, o anche un bel frutto di stagione. Lo spuntino migliore è lo yogurt, preferibilmente magro con l’aggiunta di cereali o pezzettini di frutta fresca, un centrifugato di verdura o un fresco e succoso gelato alla frutta, magari al limone.

E’ assolutamente sconsigliato mangiare formaggi, insaccati e carne rossa. Da evitare anche i metodi di cottura molto elaborati e pesanti come le fritture e sughi particolarmente ricchi di grasso.
Non c’è niente di meglio, per evitare di soffrire le alte temperature, di un bel tuffo al mare o in piscina, preferibilmente alle prime luci dell’alba o verso il calare della sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *